Fisiologia del ciliegio: continua il corso di Mundoagro con una lezione su induzione e differenziazione floreale

20 giu 2024
116

Nella terza lezione del corso Mundoagro Capacita "Gestione e fisiologia delle ciliegie", il professor Walter Masman ha illustrato i vari eventi fenologici che si verificano a livello dell'albero e ne ha descritto la conoscenza come fondamentale per comprendere la produzione e la crescita.

La fioritura e l'accrescimento dei frutti sono stati i temi affrontati nella terza lezione del corso "Gestione e fisiologia del ciliegio", promosso da Mundoagro Capacita e tenuto dal professor Walter Masman, consulente tecnico specializzato in ciliegi e drupacee.

La sessione si è concentrata sull'induzione e la differenziazione floreale, comprendendo che il cambiamento fisiologico che si verifica in un germoglio e che condiziona la sua evoluzione in bocciolo è chiamato induzione floreale. La successiva differenziazione morfologica che segue questo cambiamento e che porta alla comparsa dei primordi fiorali è nota come differenziazione floreale.

"Gli eventi fenologici che si verificano a livello di albero sono vari: post-induzione, differenziazione, ingrossamento della gemma, fioritura, sviluppo, curva di crescita, fruttificazione, verniciatura, raccolta e, tra l'induzione floreale, la differenziazione floreale e la crescita del germoglio; dall'altro lato, la crescita dei frutti e la crescita del germoglio. Ci sono molti eventi che vanno di pari passo con l'induzione e la differenziazione dei fiori", ha detto Masman.

"Questo avviene normalmente tra i mesi di novembre e dicembre, questo è ciò che è stato confermato in diverse ricerche, ci sono molti documenti che oggi ne parlano e in particolare nel caso del ciliegio che lo dettagliano".

"Per l'emisfero meridionale, ovviamente ci possono essere differenze tra le varietà, il cui periodo di induzione è più precoce e altre che possono essere effettivamente posticipate, senza dubbio anche associate alle condizioni climatiche che possono svilupparsi", ha aggiunto il professore.

In questo senso, il consulente ha indicato che a questa data molti produttori hanno già in mano l'analisi del tuorlo o stanno per farlo.

"E per chi non ce l'ha, l'invito è letteralmente a farla perché credo sia un esercizio molto accurato, molto grafico per capire le produzioni, come i miei frutteti salgono o scendono anno dopo anno e capire che un frutteto alla fine ha una stabilità positiva in termini di induzione o di apporto di fiori. Ci sono vari modi in cui si può interpretare come raggiungere una certa stabilità dal punto di vista dell'apporto di primordio di anno in anno".

Ed è proprio in questo periodo che si verifica un processo molto importante, ovvero la fotosintesi e l'assimilazione dell'azoto, che è molto potente per quanto riguarda i risultati sia dell'induzione che della differenziazione. Un altro aspetto importante di questo sviluppo, legato alla gestione, ha a che fare con l'accumulo di zuccheri nella gemma, che porta senza dubbio a una migliore qualità dei fiori.

Qualità del fiore

Il polline richiede temperature superiori ai 5°C per germinare, ma la temperatura ideale è compresa tra i 15 e i 20°C. Il tubo pollinico impiega dai due ai sei giorni per raggiungere l'ovario, dove anche in questo caso le temperature ideali sono tra i 15 e i 22°C e l'ovulo è vitale per cinque giorni a temperature di 5°C e solo per due giorni a temperature superiori ai 20°C.

"Un aspetto importante, che riguarda anche quest'anno, è la varietà della qualità del polline e gli effetti climatici, sia in termini di ore di freddo che di gradi giorno. I test hanno dimostrato che, essendo un anno con una qualità di freddo inferiore, anche la percentuale di germinazione del polline varia in modo significativo. In altre parole, sembra che la qualità del polline possa essere fortemente influenzata dalla qualità del freddo", ha aggiunto Masman.

L'approvvigionamento di api e la loro qualità è un aspetto importante per la sicurezza degli alveari, per questo è importante che l'apicoltore conosca le caratteristiche di un buon alveare per la sua produzione. "Un'altra alternativa sono i bombi, che si comportano molto bene, spesso a temperature più basse. È una buona alternativa in anni in cui, ad esempio, la primavera può giocare brutti scherzi", ha detto il consulente.

Per garantire l'allegagione, si possono applicare alternative ormonali o induttori ormonali. "Anche le citochinine e le auxine, regolatori della crescita, favoriscono una migliore allegagione, ma il risultato varia a seconda della fase fenologica. Esistono anche prodotti biostimolanti che inducono la sintesi di alcune auxine in modo endogeno che favoriscono l'allegagione, così come l'applicazione di inibitori dell'etilene e di integratori nutrizionali", ha aggiunto Masman.

Per quanto riguarda la determinazione del colore nelle ciliegie, dai primi studi è emerso che il colore rosso è dominante rispetto al colore giallo e che la presenza di un gene attivo principale in omo ed eterozigosi è responsabile del colore rosso nella buccia e nella polpa del frutto; il colore giallo è determinato dalla presenza di varianti recessive dello stesso gene.

Questa variabilità di colore è comprensibile in quanto antociani e carotenoidi sono metaboliti prodotti come risultato dell'attività di complesse vie biosintetiche attivate da molti geni. In particolare, si è scoperto che questo carattere è regolato da un fattore di trascrizione MYB, da sempre associato al colore rosso della polpa e della buccia dei frutti, presente in mele, pere e in tutte le famiglie di drupacee associate al cluster genico 3.

Twinguard, unione di due poteri

A questa terza sessione ha partecipato anche Elisa Cabrera, Key Account Manager di Corteva, che ha fatto una presentazione di Twinguard, un controllo insetticida ad ampio spettro, formulato a base dei principi attivi Jemvelva e Isoclast per la gestione sanitaria di emitteri, tisanotteri, ditteri e lepidotteri come cocciniglie bianche, cocciniglie, tripidi californiani, tarme e mosche su noci, pomacee, drupacee e vite.

"Questo prodotto inoltre non attira ragni perché è rispettoso della fauna benefica, con ampie tolleranze e brevi carenze. E mescola l'unione di due potenze. Abbiamo posizionato questo prodotto concentrandoci soprattutto sull'allegagione, sulle migrazioni delle cocciniglie, sulle migrazioni dei suinetti, cioè su quei momenti che sono i più suscettibili", ha detto Elisa Cabrera.

Il corso sul ciliegio è sponsorizzato da MBL, Kimitec, Koopert, Corteva e UPL.

Fonte: Mundoagro
Immagine: Mundoagro


Cherry Times - Tutti i diritti riservati

Potrebbe interessarti anche

I coltivatori di ciliegie del Michigan abbandonano e rimuovono gli alberi

Rassegna Stampa

18 ago 2023

Le crescenti difficoltà hanno costretto i coltivatori a eliminare gli ettari di ceraseti. Decisione mediata dalle preoccupazioni legate al clima e la concorrenza delle importazioni, che hanno fatto diminuire - e in alcuni casi eliminato - i profitti dei coltivatori di ciliegie.

Tendenze prezzi: fluttuazioni al ribasso sul mercato tedesco

Mercati

01 lug 2024

Le offerte spagnole hanno dominato la scena svolgendo un ruolo particolarmente importante a Berlino. La frutta di dimensioni superiori a 32 mm costava circa 8 euro al kg. Ad Amburgo e a Colonia, la presenza si era notevolmente ampliata e per questo motivo erano più economiche.

In evidenza

Uno studio mostra come gli afidi vengono influenzati dai cambiamenti climatici

Difesa

17 lug 2024

Uno studio turco prevede che i cambiamenti nei valori delle temperature influenzeranno l'espansione delle aree di distribuzione delle specie invasive, la sopravvivenza durante la stagione invernale, l'aumento del numero di generazioni e la trasmissione di malattie delle piante.

La produzione di ciliegie in British Columbia: un esempio di successo canadese

Produzione

17 lug 2024

Dagli anni Novanta, la crescita dell'industria canadese si è concentrata soprattutto sulla collaborazione con i Paesi stranieri per la stipula di accordi per l'acquisto dei nostri frutti. Le ciliegie canadesi vengono esportate in oltre 20 Paesi, tra cui Giappone e Corea del Sud.

Tag Popolari