L'Università del Michigan crea un genoma annotato dell'amarena Montmorency

03 giu 2024
123

I ricercatori della Michigan State University hanno recentemente creato un genoma annotato per la Montmorency, la varietà che domina l'industria delle amarene negli Stati Uniti

Questa scoperta aiuterà i ricercatori e gli allevatori a trovare i geni e i marcatori associati a diverse caratteristiche in modo molto più rapido rispetto al passato, ha dichiarato il professore assistente della MSU Courtney Hollender, il cui laboratorio ha guidato la generazione del genoma annotato.

Questa mappa genetica aiuterà gli allevatori a tracciare un percorso verso un'amarena migliore, ma ci sono altri ostacoli da superare in questa ricerca.

Quando il team di Hollender annunciò il genoma della Montmorency nel 2023, era il risultato di circa quattro anni di lavoro. Gli scienziati avevano già decifrato il genoma della ciliegia dolce e il team di Hollender - specializzato in genetica, sviluppo e fisiologia degli alberi da frutto - voleva mappare il genoma del Montmorency per accelerare alcuni dei loro progetti di ricerca.

Non è stato così facile come si pensava all'inizio. Guidato da Charity Goeckeritz, all'epoca una delle studentesse laureate di Hollender, il team ha scoperto che il Prunus cerasus, la specie di ciliegio acido, ha un numero di cromosomi doppio rispetto al ciliegio dolce, il Prunus avium, per cui la mappatura dei suoi geni era un compito più complesso, ha detto Hollender. 

Ora, superato questo particolare ostacolo della riproduzione, si passa al prossimo: assumere un selezionatore di ciliegie acide

Amy Iezzoni, professoressa di orticoltura della MSU, è stata per decenni l'unica selezionatrice di ciliegie crociate della nazione, fino al suo pensionamento nel 2021. Da allora il settore attende un successore, ma i vincoli di bilancio della MSU hanno ritardato l'azione. 

Hollender ha detto che la situazione dovrebbe cambiare presto. Il College of Agriculture and Natural Resources della MSU pubblicherà una nuova posizione di selezionatore nel prossimo futuro, probabilmente nel 2025. La descrizione esatta del lavoro non è ancora stata definita, ma comprenderà l'allevamento di ciliegie, la genetica e la genomica. Potrebbe anche includere l'allevamento di pesche.

Il personale della MSU sta ancora mantenendo un sottoinsieme della collezione di germoplasma creata da Iezzoni. Nikki Rothwell, specialista dell'estensione, ha dichiarato che questa primavera è previsto l'impianto di selezioni di ciliegie elitarie presso il Centro di ricerca sull'orticoltura del Michigan nordoccidentale della MSU. 

Dalla sua casa nel Michigan nord-occidentale, il cuore del paese delle ciliegie, Iezzoni continua a gestire con pazienza le selezioni di ciliegie avanzate. Ha sempre avuto l'intenzione di colmare il divario tra lei e il suo successore, ma il processo sta richiedendo più tempo di quanto pensasse inizialmente.

“Sto cercando di assicurarmi che le selezioni con potenziale commerciale siano curate”, ha detto Iezzoni. “La buona notizia è che le cose stanno accadendo”.

Una volta assunto un nuovo selezionatore, il passo successivo sarà quello di individuare i tratti che migliorano i punti deboli della Montmorency. Il coltivatore del Michigan Dave Smeltzer ha elencato le “quattro grandi” caratteristiche desiderate: fioritura più tardiva, maggiore compattezza, colore più uniforme e resistenza alla macchia fogliare del ciliegio. 

La Montmorency si è dimostrata vulnerabile alle gelate primaverili, che negli ultimi decenni sono diventate sempre più frequenti in Michigan e hanno causato alcune perdite massicce di raccolto. Ecco perché il settore ha bisogno di una varietà a fioritura più tardiva. Smeltzer ha detto che anche uno o due giorni “possono fare una grande differenza”. 

La Montmorency tende inoltre a diventare molle e ad ammaccarsi facilmente e non sempre si colora in modo uniforme, il che la rende meno desiderabile per i trasformatori. Inoltre è anche suscettibile alla macchia fogliare del ciliegio, il principale problema dell'industria del Michigan. Iezzoni ha detto che due delle sue selezioni avanzate sembrano essere tolleranti alla malattia.

Anche se un selezionatore riuscisse a trovare una varietà nuova e migliorata in grado di risolvere tutti questi problemi, rimarrebbe l'ostacolo successivo, forse il più grande. Smeltzer l'ha definita la domanda da un milione di dollari: Il settore può permettersi di sostituire Montmorency?

I coltivatori di ciliegie sono stati così dipendenti dalla Montmorency per così tanto tempo che sostituirla non sarà facile, ha dichiarato Marc Rowley, coltivatore dello Utah.

Non si tratta solo della spesa per le nuove piantagioni per un'industria che sta lottando per ottenere profitti. L'industria ha speso molto tempo e denaro per commercializzare i benefici del Montmorency per la salute, e praticamente tutti i processi di coltivazione e manipolazione ruotano attorno a questa varietà. Qualsiasi nuova varietà dovrebbe promettere un forte aumento della resa e della qualità perché i coltivatori prendano seriamente in considerazione la possibilità di sostituirla.

“Anche se trovassimo varietà più resistenti o a fioritura più tardiva, non sarebbe una soluzione facile”, ha dichiarato Juliette King McAvoy, coltivatrice del Michigan. “Dovrebbero comunque adattarsi a una specifica nicchia di produzione e lavorazione”.

Ma per sopravvivere nel lungo periodo, l'industria americana delle ciliegie ha bisogno di un frutto migliore, ha detto Smeltzer.

Fonte: Good Fruit Grower
Immagine: Battistini Vivai


Cherry Times - Tutti i diritti riservati

Potrebbe interessarti anche

Progressi a rilento per la ciliegia in Perù. Il problema? Le ore di freddo

Gestione Produzione

20 ott 2023

Il problema sono le ore di freddo. Si parla di temperature inferiori a 7° o 8°; e queste temperature non si verificano sulla costa peruviana. Oggi, con le varietà testate, non è possibile produrre ciliegie in Perù; si arriva alla fioritura, ma poi il frutto non allega.

A Washington uno studio sulle cavallette potrebbe risolvere i problemi legati alla X-disease

Difesa

04 mar 2024

"Stiamo cercando di capire come il patogeno della malattia X sfrutti la cavalletta per facilitare il proprio ciclo vitale", ha detto William Walker, genetista dell'USDA. "Questo potrebbe fornirci forme di disturbo, come biopesticidi, per arrestare il ciclo vitale dell'insetto".

In evidenza

Uno studio mostra come gli afidi vengono influenzati dai cambiamenti climatici

Difesa

17 lug 2024

Uno studio turco prevede che i cambiamenti nei valori delle temperature influenzeranno l'espansione delle aree di distribuzione delle specie invasive, la sopravvivenza durante la stagione invernale, l'aumento del numero di generazioni e la trasmissione di malattie delle piante.

La produzione di ciliegie in British Columbia: un esempio di successo canadese

Produzione

17 lug 2024

Dagli anni Novanta, la crescita dell'industria canadese si è concentrata soprattutto sulla collaborazione con i Paesi stranieri per la stipula di accordi per l'acquisto dei nostri frutti. Le ciliegie canadesi vengono esportate in oltre 20 Paesi, tra cui Giappone e Corea del Sud.

Tag Popolari