Danese, refrigerazione ad-hoc ed efficienza energetica

26 mag 2023
894

Danese Group è attiva da oltre 30 anni nel settore dei sistemi di refrigerazione, In questa intervista Matteo Danese, presidente di Danese Group, analizza con Cherry Times le soluzioni sviluppate per le aziende del comparto ciliegie.

Cosa distingue Danese nel panorama dei sistemi di refrigerazione industriale?

La nostra società si differenzia sul mercato grazie alla sua capacità di realizzare progetti ad-hoc, cioè impianti progettati su misura per il cliente. La nostra società, infatti, non presenta un listino con forniture standard, ma posso garantire che ogni impianto che ho progettato durante questi anni, si differenzia dall’altro.

A che tipo di aziende rivolgete i vostri servizi e il vostro prodotto?

I nostri progetti sono a misura di tutti, dal produttore locale al consorzio di raccolta.

Guardando al futuro, quali sono gli aspetti che secondo voi saranno di maggiore sviluppo?

Il nostro reparto tecnico interno è sempre alla ricerca per ottimizzare e rendere più efficiente i nostri impianti di refrigerazione e di hydrocooling. Ad oggi la nostra principale attenzione è rivolta alle nuove tecnologie di refrigerazione per portare nuovi impianti a basso consumo energetico.

Quali i vantaggi e le peculiarità dei vostri prodotti, anche all’interno del vostro settore?

Per il prodotto ortofrutticolo e per le ciliegie in particolare, la gestione della temperatura post raccolta è di fondamentale importanza. La nostra società, infatti, è in grado di offrire servizi di raffreddamento a basso consumo energetico e di sanificazione sia interno cella, che nei nostri sistemi di Hydrocooling.

Qual è l’apporto che un servizio/prodotto come il vostro può dare all’interno dell’industria delle ciliegie, anche in termini strettamente legati al vostro settore di competenza?

I nostri sistemi di raffreddamento, sia tramite celle di refrigerazione che tramite sistemi di hydrocooling, garantiscono un abbattimento rapido delle temperature del prodotto, estremamente vitale al prolungamento della shelf-life. I nostri clienti ci confermano che, a seguito di un abbattimento rapido realizzato con i nostri impianti, riescono ad espandere il loro mercato anche vers paesi molto più lontani rispetto a prima.

Contatti Danese:

Web Email


Cherry Times - Tutti i diritti riservati

Potrebbe interessarti anche

Il boro stimola la formazione dei frutti e riprogramma il metabolismo dello sviluppo

Gestione

05 ott 2023

Nelle specie di Prunus forma complessi con il sorbitolo e il fruttosio, che gli permettono di muoversi attraverso il floema. Durante la fase di crescita iniziale, i frutti esposti al boro hanno presentato una minore presenza di proteine di shock termico.

Ingegnerizzare i portainnesti di ciliegio per aumentare la resistenza ai virus

Portinnesti

05 feb 2024

Per quel che riguarda i portainnesti, uno degli approcci più promettenti per aumentare la resistenza delle piante ai virus è il silenziamento genico post-trascrizionale, che impiega l'interferenza dell'RNA (RNAi) per impedire la patogenicità e la replicazione del virus.

In evidenza

Uno studio mostra come gli afidi vengono influenzati dai cambiamenti climatici

Difesa

17 lug 2024

Uno studio turco prevede che i cambiamenti nei valori delle temperature influenzeranno l'espansione delle aree di distribuzione delle specie invasive, la sopravvivenza durante la stagione invernale, l'aumento del numero di generazioni e la trasmissione di malattie delle piante.

La produzione di ciliegie in British Columbia: un esempio di successo canadese

Produzione

17 lug 2024

Dagli anni Novanta, la crescita dell'industria canadese si è concentrata soprattutto sulla collaborazione con i Paesi stranieri per la stipula di accordi per l'acquisto dei nostri frutti. Le ciliegie canadesi vengono esportate in oltre 20 Paesi, tra cui Giappone e Corea del Sud.

Tag Popolari