L’utilizzo del Machine Learning per differenziare le cultivar di ciliegio dall'endocarpo

09 lug 2024
79

L’individuazione di cultivar diverse di ciliegio ha fatto un significativo passo avanti con l'applicazione del machine learning (ML). Questo progresso tecnologico viene descritto in uno studio polacco del 2020. Lo studio era incentrato sull'endocarpo (nòcciolo) delle ciliegie, ed i risultati raggiunti possono portare a benefici rilevanti per le industrie che richiedono una precisa identificazione delle cultivar, in quanto i metodi tradizionali possono essere lunghi e soggettivi.

L’obiettivo era sfruttare le proprietà di texture e geometriche dei nòccioli delle ciliegie, studiandoli attraverso l'analisi delle immagini, per distinguere le cultivar con notevole precisione.

Lo studio si è concentrato sulle cultivar di ciliegio “Kordia”, “Lapins” e “Büttner’s Red”. I nòccioli di ogni cultivar sono stati accuratamente scansionati ed analizzati. Convertendo le immagini in vari “canali di colore” ed esaminando le loro texture e caratteristiche geometriche, lo studio ha sviluppato modelli discriminativi capaci di identificare le cultivar dai nòccioli con alta precisione.

Questi modelli sono stati testati in diversi spazi di colore: RGB, Lab e XYZ, e in singoli canali di colore come G, L e Y. L'accuratezza di questi modelli ha raggiunto il 100% nel distinguere “Kordia” da “Lapins” e “Kordia” da “Büttner’s Red”. Anche il confronto più complesso tra “Lapins” e “Büttner’s Red” ha ottenuto un'alta accuratezza, fino al 96%.

Questo livello di precisione è significativo per le industrie, dove la composizione chimica dell’endocarpo di ciliegia può influenzare la qualità del prodotto finale. Ad esempio, l'olio contenuto nel nòcciolo di ciliegia, ricco di acidi grassi insaturi, varia nella sua composizione tra le diverse cultivar.

Immagine 1.

Questa variazione è cruciale per applicazioni nel settore alimentare, cosmetico e dei biocarburanti. Identificare erroneamente i noccioli potrebbe portare a miscelare materiali con diverse proprietà chimiche, compromettendo, potenzialmente, la qualità del prodotto finale.

L'approccio dello studio combina tecniche di elaborazione delle immagini con algoritmi di machine learning (ML) per analizzare gli endocarpi. L'elaborazione delle immagini porta all’estrazione dei dati di texture e geometrici. Questi parametri vengono poi utilizzati per costruire modelli di ML che possono classificare i nòccioli in base alla cultivar.

L'uso dell'analisi delle immagini per questo scopo non solo migliora l'accuratezza, ma offre anche una soluzione ripetibile e scalabile a un costo relativamente basso.

I risultati di questa ricerca si possono estendere anche ad altri frutti. La metodologia sviluppata può essere applicata ad altre specie dove è necessaria una identificazione oggettiva e veloce della cultivar. Questa tecnologia offre un’interessante alternativa alla classificazione manuale, riducendo la probabilità di errori umani ed i relativi costi di lavoro e tempo.

Mentre il settore agricolo continua ad abbracciare le tecnologie digitali, l'integrazione del ML per la discriminazione delle cultivar potrebbe diventare una pratica standard, migliorando l'efficienza e garantendo l'alta qualità dei prodotti agricoli.

In conclusione, i modelli sviluppati possono essere utilizzati nella pratica per l'identificazione della cultivar di ciliegio a partire dall'endocarpo, in modo economico, rapido e oggettivo. Il successo di questo studio sottolinea il potenziale del machine learning in agricoltura e aprire la strada ad ulteriori innovazioni nel campo.

Fonte: Ropelewska E. The Application of Machine Learning for Cultivar Discrimination of Sweet Cherry Endocarp. Agriculture. 2021; 11(1):6. https://doi.org/10.3390/agriculture11010006.
Immagine: Ropelewska, 2024

Andrea Giovannini
Università di Bologna (IT)


Cherry Times - Tutti i diritti riservati

Potrebbe interessarti anche

Da Ri.Nova uno scudo "green" contro insetti, pioggia e grandine: le ciliegie tornano a sorridere con il progetto "SMILE"

Difesa

07 giu 2024

Meno sostanze chimiche, più protezione da pioggia, grandine e insetti. La sfida è stata raccolta da Ri.Nova e Unibo, che in collaborazione con il Consorzio della Ciliegia di Vignola, hanno ideato alcuni innovativi impianti per la difesa delle coltivazioni del ciliegio.

Dormienza e caduta delle foglie: fattori di fondo e la loro importanza per la produttività del ceraseto

Gestione

27 mar 2024

Nelle annate in cui la caduta delle foglie è irregolare non è possibile avere una buona gestione del controllo di malattie, poiché l'attesa di determinati livelli di caduta delle foglie lascia i frutteti scoperti e con condizioni permanenti che favoriscono l'infezione.

In evidenza

Uno studio mostra come gli afidi vengono influenzati dai cambiamenti climatici

Difesa

17 lug 2024

Uno studio turco prevede che i cambiamenti nei valori delle temperature influenzeranno l'espansione delle aree di distribuzione delle specie invasive, la sopravvivenza durante la stagione invernale, l'aumento del numero di generazioni e la trasmissione di malattie delle piante.

La produzione di ciliegie in British Columbia: un esempio di successo canadese

Produzione

17 lug 2024

Dagli anni Novanta, la crescita dell'industria canadese si è concentrata soprattutto sulla collaborazione con i Paesi stranieri per la stipula di accordi per l'acquisto dei nostri frutti. Le ciliegie canadesi vengono esportate in oltre 20 Paesi, tra cui Giappone e Corea del Sud.

Tag Popolari